Rassegna stampa

SPECIALIZZATA

“Basilica di S. Maria della Vittoria - Recupero della copertura ”

dettaglio

OTTOBRE 2017

La casa editrice BE-MA Editrice , attraverso la sua rivista “Specializzata” n°239 di settembre/ottobre 2017 ha pubblicato un articolo sui lavori di restauro della Basilica di Santa Maria della Vittoria a San Vito dei Normanni in Provincia di Brindisi dove, anche il nostro sistema di ventilazione brevettato AERcoppo®, ha contribuito alla perfetta riuscita del lavoro nonché riportato all’originale splendore la copertura.

La Basilica di Santa Maria della Vittoria a San Vito dei Normanni in provincia di Brindisi, deve il suo nome alla vittoria nella battaglia di Lepanto e racconta, con la sua presenza, la storia e le vicende del popolo. Una storia fatta di momenti difficili ma che ha lasciato una serie di capolavori disseminati lungo tutto il territorio pugliese, oggi un patrimonio culturale e artistico di inestimabile valore. Questa basilica ne è un esempio eccellente con il suo carico di significati, con lo stratificarsi di epoche e con le opere straordinarie che custodisce al suo interno.

Proprio per questo rappresenta oggi un bene da tutelare, un involucro fragile da preservare, un organismo edilizio che ha bisogno di investimenti, attenzioni e cure. Dalla sua realizzazione nel XVI secolo sono stati molti gli interventi che si sono succeduti. Come nel 1670 con l’edificazione della nuova Sacrestia. Importanti lavori sulle murature e coperture sono stati condotti nel 1777, mentre anche all’interno venivano realizzati con marmi policromi l’altare maggiore e la balaustra. L’intervento che però ha radicalmente trasformato il volto della Basilica è quello condotto sulla facciata principale o meglio l’applicazione della nuova facciata settecentesca sul prospetto preesistente.

Un intervento delicato e complesso, necessario a consolidare la struttura di copertura e risanare l’intero pacchetto di cupola, navata centrale e transetto della prestigiosa Basilica a San Vito dei Normanni. Per il rifacimento del manto è stato utilizzato il sistema AERcoppo.

Clicca l’anteprima della copertina della rivista SPECIALIZZATA per visualizzare l’articolo completo.

articolo

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn