Le coperture

Il buon costruire

È comune riscontrare come qualcosa di fortemente consolidato nell’abitudine venga sottovalutato, assodato, sottointeso.
Le coperture, purtroppo, rientrano in questa categoria, eppure il tetto assume una valenza primaria nell’immaginario collettivo come sinonimo di casa.

tetto-a-norma

Esse sono ovunque, hanno origini antichissime e hanno lo scopo di definire superiormente la forma dell’edificio e di delimitare i confini tra lo spazio esterno e quello interno, dovendo garantire delle condizioni di comfort, di salubrità e di durata in tutte le stagioni.
Descriverne con rigore le modalità esecutive, i criteri di dimensionamento e la valutazione delle prestazioni attese, tuttavia, è un’altra storia.
Questa banalizzazione può comportare una serie di conseguenze sulla durabilità, sui costi di manutenzione, sulle prestazioni e, non ultimo, sull’estetica dell’edificio.

Per questi motivi è sempre consigliabile poter costruire un tetto a regola d’arte.

AERtetto, quindi, sensibile al tema, si fa promotore dell’importanza della lavorazione a regola dell’arte: i due brevetti, AERcoppo® ed AERtegola® sono l’esempio pratico di come un’attenzione sulla corretta posa in opera di un manto di copertura possa prevenire malaugurate problematiche.