CASI DI SUCCESSO

Basilica Santa Maria Assunta, Aquileia (UD)

Imm apertura

Famosa per i suoi mosaici, ma non solo, la Basilica di Aquileia, patrimonio UNESCO, è uno dei luoghi simbolo della cristianità conosciuto in tutto il mondo. Proprio per il suo valore simbolico e per l’unicità delle opere d’arte ospitate al suo interno, si è reso quanto mai indispensabile un intervento sulla copertura che versava in cattive condizioni. AERcoppo® è stato utilizzato per le navate laterali allo scopo di garantire la perfetta tenuta del tetto ma anche una ventilazione naturale che consentirà di mantenerne l’efficienza nel tempo.

È senza dubbio uno dei punti di riferimento per la cultura cristiana, è un complesso ricco di opere d’arte dal valore inestimabile, è un luogo visitato ogni anno da turisti provenienti da tutto il mondo. Le prime tracce del complesso della Basilica di Santa Maria Assunta di Aquileia risalgono a poco dopo il 313 d.C., quando l’editto di Costantino permise ai cristiani di professare liberamente il proprio culto e favorì di conseguenza l’edificazione di chiese e luoghi religiosi. La vita della basilica è stata interessata da numerose ricostruzioni e oggi presenta un impianto a croce latina a tre navate, transetto con orientamento nord-sud e tre absidi poste a oriente. Gli stili romanico, gotico e rinascimentale che la caratterizzano sono frutto di diversi rifacimenti attuati nel corso dei secoli. La maestosità della basilica e l’articolata organizzazione planimetrica del complesso trasmettono un senso di importanza e rispetto a tutti i visitatori, credenti e non. La lunghezza complessiva della basilica, dall’ingresso all’estremità dell’abside, è pari a 65 metri. Il corpo del transetto è lungo 42,50 metri per una larghezza di 9,30 metri. La larghezza della navata centrale, misurata tra gli assi dei due colonnati che la separano dalle navate laterali, è pari a 12,70 metri, mentre la larghezza complessiva delle tre navate è di 29,20 metri.

Ma, al di là dei numeri, è soprattutto guardando in basso che l’emozione aumenta e che ci si rende conto di essere al cospetto di una delle pagine fondamentali della nostra storia.
Il pavimento, scoperto ai primi del Novecento rimuovendo lo strato esistente a quell’epoca, è il più esteso mosaico paleocristiano del mondo occidentale. Ben 760 mq di mosaico parzialmente rovinato dalla messa in opera delle colonne della navata di destra. Le fondazioni delle colonne sono in vista perché agli inizi del ’900 fu tolto il pavimento medievale a piastrelle bianche e rosse, risalente all’epoca del patriarca Popone o Poppo (1031), per mettere in luce il prezioso mosaico paleocristiano. Oggi le passerelle di cristallo che lo proteggono permettendo la visione dei tappeti dai loro colori vivaci e delle figure della Vittoria Alata, di Gesù, del profeta Giona e di molte altre storie bibliche, sono collocate a livello del pavimento medioevale.
Se si scende ancora più giù, nella Cripta degli scavi, è possibile ammirare un altro fantastico mosaico caratterizzato da figure animalesche e demoniache, che ornano il pavimento della chiesa originale costruita in questo sito.

Testimonianze di come la Basilica di Aquileia, che quest’anno compie 2.200 anni e insieme alla città è Patrimonio dell’UNESCO, sia un bene davvero articolato e dove anche questa volta il sistema AERcoppo® ha portato un significativo contributo.

Con la collaborazione di:

Progettista:
Arch. Simona Cidin

Direttore Lavori:
Arch. Carlo Cossar

Impresa esecutrice:
F.lli Menon s.r.l. - Aquileia (UD)

Periodo dei lavori:
2019

Dati tecnici progetto:

Superfice:
1100 m²

Pendenza:
65%

 

AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia
AERcoppo® per la Basilica di Aquileia

 

articolo

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn