Ultime referenze

AERcoppo® per l’ex Ospedale Psichiatrico di Udine

dettaglio

periodo lavori: 2020

Un grande complesso testimone di un periodo difficile per la storia della città e del nostro paese, una vera e propria cittadella che in passato aveva ospitato malati psichiatrici e che dopo un articolato intervento di recupero rinasce a nuova vita per accogliere funzioni diverse: culturali, terziarie, amministrative. AERtetto ha contribuito al recupero di uno dei fabbricati dell’ex Manicomio provinciale Sant’Osvaldo, oggi adibito a uffici dell’Azienda Sanitaria Universitaria di Udine.

Il progetto del 1902 prevedeva un impianto planimetrico dall’impostazione simmetrica, con la suddivisione netta tra ospiti maschili e femminili e l’identificazione di tre macroaree funzionali, separate da ampi viali alberati e spazi verdi, frammisti ad aree a specifica funzionalità medico-sanitaria, la cui sequenza coincideva con i differenti stadi della malattia: tranquilli, furiosi e dozzinanti.

Quello di Udine era poi il primo manicomio italiano a essere privo di alte mura perimetrali di contenimento, sostituite da una cancellata continua, per cui lo scarso impatto percettivo era ulteriormente affievolito dalla presenza in posizione avanzata di alberi ad alto fusto.

Al manicomio si accedeva attraverso una strada carrabile, collocata a nord-ovest, grazie alla quale la struttura immersa nel verde risultava quasi occultata alla vista delle persone dirette in città.
Una struttura che venne rapidamente ampliata negli anni immediatamente successivi alla sua edificazione per far fronte alla crescente richiesta di posti con la realizzazione di nuovi padiglioni, alcuni dei quali dedicati ai malati infettivi.

Tegole posa Aertetto
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn